Voi siete qui: Home > Crociere > Antartide > Strada Degli Esploratori
STRADA DEGLI ESPLORATORI
Via le Isole Falkland e le Isole Georgia del Sud
20 giorni - 19 notti
Percorso della Strada degli Esploratori, partendo da Ushuaia in direzione ovest verso le Isole dell’Atlantico Sud. Cominciando con le Isole Falkland, su territorio argentino (illegittimamente usurpate da Gran Bretagna). Sbarco a Puerto Argentino (Port Stanley), per continuare il viaggio verso le Isole Georgia del Sud, concretamente verso Grytviken, vecchio porto baleniere, utilizzato da Schackleton nel salvamento dell’equipaggio dell’Endurance.

Finalmente si arriva sulle Isole Shetland Meridionali, per fare onore alle parole di Amundsen: “Questa, sembra la terra delle fiabe”. La frase coglie la maestosità dell’Antartide nel suo massimo splendore. È immensa, immacolata e gloriosa. Gli enormi ghiacciai, alcuni coprono un’area pare ad una città piccola, si rispecchiano come ombre sulle acque calme. La magnificenza è imbarazzante.
20 giorni.
Diverse partenze.
Partenza e destinazione: Ushuaia, Argentina.
Imbarco e sbarco: Ushuaia.
Avventura Nave Expedición.
 
Ushuaia, sull’Isola di Terra del Fuoco
Ushuaia, la città più australe del mondo, molto accogliente con un’immagine pittoresca, con un’imponente vista sul Canale di Beagle e con eccellenti proposte gastronomiche. Pernottamento ad Ushuaia.
Incominciando il viaggio sull’Antartide
Prima dell’imbarco si può visitare per conto proprio la città di Ushuaia; dentro le possibili escursioni si consiglia di percorrere il Parco Nazionale Terra del Fuoco per arrivare sulla Baia Lapataia. Incomincia il viaggio di spedizione sul rompighiaccio che attraverserà le acque del Canale di Beagle verso il turbolento Passaggio di Drake in direzione all’Atlantico Sud, per arrivare sulle Isole Falkland.

Isole dell’Oceano Atlantico Sud: Le Isole Falkland (Port Stanley)
Navigando verso le Isole Falkland, si sentiranno notizie su Charles Darwin, chi visitò le isole nel 1833. Insieme con altri compagni d’avventura, si può partecipare del programma d’educazione esaustivo che presenterà la flora e la fauna che si possono osservare durante la visita all’arcipelago. Totalmente attrezzati, si naviga con tranquillità dalla nave fino alla costa su di un battello Zodiac, per passeggiare sulle strade di Port Stanley, oppure, per percorrere i territori dove si trovano i nidi degli albatri dai sopraccigli neri. Si può anche prender il tè senza fretta insieme ai paesani, prima di partire per l’isola Georgia del Sud.

Le Isole Malvinas, conosciute come Isole Falkland, formano un arcipelago nell’Oceano Atlantico Sud, sulla piattaforma epicontinentale denominata Mare Argentino. Si trovano a 480 km della Patagonia, a 772 km del Capo Horn, a 1.080 km delle Isole Georgia del Sud e a 940 km dell’isola Elephant nell’Antartide.

Le Isole Falkland si trovano sotto l’amministrazione britannica dal 1833, quando furono usurpate dal Regno Unito e divennero un suo possedimento. Questi territori s’incontravano sotto il controllo del governo argentino, e dovrebbero formar parte della provincia di Terra del Fuoco, Antartide e Isole dell’Atlantico Sud. L’Argentina non ha mai accettato l’occupazione britannica, giacché queste terre sono una parte indivisibile del suo paese, che furono prese illegalmente dalla Gran Bretagna, comunità di tradizione coloniale. Si spera che col tempo le cose ritornino al loro posto.

Isole dell’Oceano Atlantico Sud: Isole Georgia del Sud, Grytviken
All’atterrare su Grytviken, Georgia del Sud, vengono in mente episodi storici. Su questo territorio ebbe luogo il salvamento dell’equipaggio della nave Endurance di Ernest Shackleton. Nel 1904, Grytviken divenne una stazione baleniera.

Grytviken è il porto che si trova sulla costa nord dell’isola Georgia del Sud, forma parte della Provincia argentina di Terra del Fuoco, Antartide e Isole dell’Atlantico Sud. Nell’attualità s’incontra praticamente abbandonato, fu centro dell’industria baleniera dell’Atlantico Sud durante gli anni 1904-1965, e fu anche rifugio delle spedizioni scientifiche sull’Antartide.

La popolazione-fabbrica baleniera di Grytviken appartenente alla Compagnia Argentina di Pesca fu fondata da Carl Anton Larsen, nato a Norvegia. Su questo porto di sovranità argentina incominciò a funzionare la Stazione Meteorologica Argentina (statale), che operò fino al 1945. L’origine di Larsen, e della maggior parte dei balenieri che lavorarono dagli inizi sulla zona, fanno capire il toponimo Grytviken, che in lingua norvegese bokmål significa baia o porto (viken) dei caldai (gret, grete: caldaio, paiolo, pentola), dovuto a che sono rimasti caldai dei XVIII e XIX secoli, utilizzati dagli spagnoli e dagli ispanoamericani per fondere il grasso dei cetacei, dei pinnipedi e dei pinguini.

L’escursione comprende anche una visita alla cappella e al museo, che espone il modo di vita degli esploratori, protetti in una barca, fin che l’abbandonarono nel 1966.

Isole dell’Oceano Atlantico Sud: Isole Shetland Meridionali - Racconto di Amundsen
Si possono osservare gli iceberg in forma tabulare, mentre la nave avanza senza fermarsi in direzione sud e ovest. All’arrivare sulle Isole Shetland Meridionali, l’Equipe della Spedizione cercherà di realizzare almeno due atterraggi al giorno, ovviamente soggetti a permessi, condizioni climatiche, ghiaccio e vento. In questo posto si può visitare una base scientifica attiva, dove i ricercatori eseguono lo studio dei cicli di vita degli uccelli e degli iceberg. Inoltre, si può realizzare una camminata su una colonia di pinguini, e navigare accanto a coste rocciose dove gli uccelli si riposano dopo un giorno di volo.

“Questa terra sembra una fiaba”. Le parole di Amundsen colgono la maestosità dell’Antartide in tutto il suo splendore. È immensa, immacolata e gloriosa. Gli enormi ghiacciai, certi occupano un’area uguale a quella di una piccola città, si rispecchiano come ombre sulle acque calme. La magnificenza è sconcertante.

All’arrivare sulla Penisola, si ricorda ai coraggiosi e decisi esploratori che giunsero su queste terre: Ross, Scott, Shackleton e Amundsen. Anche loro furono ammaliati dalle marachelle dei pinguini, della curiosità delle foche, e della grazia delle balene.

Attraversando il Passaggio di Drake: Un finale adatto
Attraversare il Passaggio di Drake è un finale adatto per questo viaggio, lo stesso che gli esploratori dell’Antartide effettuarono, sfidando la furia degli elementi, per incrementare la conoscenza del genere umano riguardo alle regioni polari. Così come loro, anche noi faremo un’esperienza inedita.
 
Servizi
 
Le tariffe includono
Una notte d’alloggio e prima colazione in albergo, anteriore alla spedizione d’accordo a quanto descritto sull’itinerario. (La quantità d’ospiti per stanza è uguale a quella delle cabine della nave). Dovuto alla limitata disponibilità, i viaggiatori che prenotino suite a bordo, in albergo saranno sistemati in camere standard.
Alloggio a bordo con servizio di pulizia giornaliero.
Colazioni, pranzi e cene a bordo durante tutto il viaggio. (In caso di necessità alimentari particolari, si prega d’informare in anticipo). Sfortunatamente, le cucine delle navi non possono preparare piatti kosher (appartenenti alla religione ebrea).
Tutti gli sbarchi costieri e le escursioni su un battello Zodiac sono stabilite secondo il programma giornaliero.
La guida durante tutto il viaggio sarà un Leader della Spedizione qualificato, compresi gli sbarchi costieri ed altre attività.
Le presentazioni formali o informali realizzate dall’Equipe della Spedizione e oratori invitati si realizzeranno d’accordo al programma.
Album fotografico su DVD.
Scarponi impermeabili in prestito per gli sbarchi costieri.
Fon in ogni cabina.
Una giacca di Quark Expeditions per i clienti nel Clipper Adventurer.
Caffè, tè, cioccolata e acqua minerale disponibili 24 ore.
Materiali completi prima della partenza, compressi una mappa ed un lettore antartico informativo.
I transfer dei gruppi dall’albergo fino la nave sul porto d’imbarco, e dalla nave fino l’aeroporto locale dopo lo sbarco, ed il facchinaggio dei bagagli sulla nave.
Tutte le tasse dei diversi servizi e le spesse portuali durante il programma.
Assicurazione in caso d’Evacuazione d’Emergenza per tutti i passeggeri fino un massimo di US$100.000 per persona.
 
Programma di viaggio