<h2>Viaggi Avventura Argentina</h2>

 

 
 
 
 
 
 
 
   Voi siete qui: Home > Viaggi > Viaggi Argentina > Argentina in 30 giorni - Inverno
L´ARGENTINA DA NORD A SUD IN 30 GIORNI - INVERNO
Cascate di Iguazu, Madryn, Ushuaia, Calafate, Chaltén, Bariloche, Mendoza, Salta
L'Argentina da Nord a Sud in 30 giorni è un viaggio che include le destinazioni turistiche più conosciute e gradite dell'Argentina. L'abbiamo ideato conformemente ad ogni regione, tenendo in considerazione i paesaggi più belli di ogni posto e approfittando al massimo del tempo disponibile, raggiundendo in questo modo una combinazione perfetta per un percorso pieno di attrattive. Questo viaggio rappresenta l'esposizione sintetica e sommaria ideale per coloro che desiderano riscoprire gli incantesimi più affascinanti dell'Argentina in un breve periodo di tempo.

Sebbene sia un viaggio che dura un mese, non avrete tempo da perdere, poiché, a causa delle attrattive che questo percorso nasconde, vi mantendrete attivi ogni giorno. Comincierete da Porto Iguazú dove potrete ammirare le maestuose Cascate di Iguazú e la Gola del Diavolo. Partirete da Iguazú caratterizzato da un clima subtropicale con l'umidità per il Sud dell'Argentina, con lo scopo di conoscere la fauna marina di Porto Madryn.

Secondo il periodo dell'anno che farete il viaggio, sarete capaci d'osservare la Balena Libera dell'Emisfero Meridionale e l'aggregato di pinguini a Punta Tombo. Un'altra attrattiva interessante nella stessa misura che le balene consiste nell'ammirare le Orche a Punta Nord, missione difficile da raggiungere ma possibile con buona fortuna. Continuerete il vostro itinerario verso la Patagonia Meridionale con lo scopo di riscoprire i due punti turistici più importanti: Ushuaia ed Il Calafate.

Ushuaia è la città più a Sud del mondo e nello stesso tempo il porto d'entrata del Continente Bianco, intanto che Il Calafate è un posto noto per i suoi ghiacciai, in modo particolare il Ghiacciaio Perito Moreno. Per completare questo viaggio in questi terreni patagonici partirete per Il Chaltén, capitale del trekking e famosa per la presenza del Colle Fitz Roy ed il Lago del Deserto.

E' ora di cominciare a spostarvi più a Nord, ma prima vi fermerete nella Patagonia del Nord per visitare San Carlos di Bariloche e dintorni, insieme con San Martín de los Andes e Villa La Angostura, che sono diventate une delle zone più belle dell'Argentina. Percorrere la strada dei Sette Laghi che unisce queste città è un'incombenza da non perdere. Avrete la possibilità di vedere i laghi d'acque cristalline in uno stato di vero splendore mescolati fra i boschi vergini di lengas, di cipressi ed altre specie d'alberi.

Di nuovo salirete nella carta geografica per finalmente lasciare la Patagonia ed entrare in una zona più arida, praticamente priva di vegetazione ma ugualmente incantevole: Mendoza vi attende con la strada del vino e l'alta montagna. Lascerete Mendoza con le sue cantine d'elaborazione specializzate nel taglio Malbec per partire per il Nord-ovest dell'Argentina e riscoprire Salta, conosciuta come la città Carina.

Il Nord ha l'aspetto di un paesaggio diverso dalla Patagonia, ancora più arido. Vi troverete a vostro agio nel Treno per le Nuvole che vi porterà alla Puna, (le zone più elevate della catena andina situate tra 3.000 e i 4.000 metri, dove la temperatura è bassa e la vegetazione ridotta) farete il giro intorno alle Valli Calchaqui e troverete strada facendo dei paesi preispanici fermati nel tempo.

Alla fine di completare il Nord, sarà ora di riuscire a vedere la Quebrada di Humahuaca, valle stretta e profonda, da Purmamarca ed il Colle dei Sette Colori fino ad arrivare a Pucará di Tilcara. Certo, adesso siete arrivati alla fine di questo viaggio per privilegiati e vi attende Buenos Aires, la Regina del Plata (facendo un accenno al golfo chiamato Rio de la Plata) e il Cuore del Tango, con le sue pennellate di Parigi e la sua architettura che preserva un'originale mescolanza dell'arte coloniale spagnolo ed altri stili architettonici.
 
30 giorni - 29 notti
Alloggio in camera doppia con prima colazione
Trasferimento dall'aeroporto fino all' albergo e viceversa
Escursioni regolari con guida in spagnolo ed inglese
Coordinazione permanente
Entrata ai Parchi Nazionali e Riserve Naturali
Biglietti Aerei
Pasti non compresi
 
Arrivo alla Argentina
Benvenuti in Argentina. Accoglienza e trasferimento dall'Aeroporto Internazionale di Ezeiza all'albergo.

Facoltativo: Giro Turistico della Città di Buenos Aires
Faremo un Giro Turistico dei quartieri più tradizionali della Città di Buenos Aires. Visiteremo il Congresso Nazionale e la Piazza di Maggio con la Casa di Governo (nota come Casa Rosada perché è stata dipinta in colore rosa), la Cattedrale Metropolitana ed il Palazzo del Cabildo (il Comune nel periodo coloniale).

In seguito, ammireremo il Teatro Colón. Ci recheremo anche nei quartieri tradizionali di San Telmo e La Bocca, dove si stabilirono i primi immigrati italiani, quest'ultimo quartiere suscita interesse e curiosità per l'originalità delle sue caratteristiche d' architettura. Dopo, andremo al quartiere di Palermo, senza dimenticarci la zona del Porto Madero, antico porto inglese oggi ristrutturato con palazzi e negozi lussuosi. Infine percorreremo La Recoleta, uno dei quartieri più privilegiati della città.
Cascate di Iguazu - Brasile
Faremo la prima colazione in albergo. Partenza all'Aeroporto Jorge Newbery della Città di Buenos Aires. Accoglienza e trasferimento dall'Aeroporto di Iguazu all'albergo. Escursione nelle Cascate Brasiliane, da dove avremo una veduta panoramica straordinaria.

Andremo a Foz di Iguazu per contemplare con intenso piacere le cascate dalla parte brasiliana allo scopo di poter verificare l’ esattezza della frase che dice: Le cascate sono argentine ma la veduta è brasiliana. Come ben suggerisce questa frase, la migliore immagine o cartolina si trova in Brasile, per questo motivo, ci recheremo nella nostra prossima destinazione.

Cascate di Iguazu - Argentina
Faremo la prima colazione in albergo. Escursione nelle Cascate appartenenti all'Argentina, visitando le passerelle superiori ed inferiori e la maestosa Gola del Diavolo (Garganta del Diablo). Andremo in gita sul sentiero d'interpretazione Yvyra Retá.

Da qui parte il treno per le stazioni Cascate e Gola del Diavolo. Percorreremo il sentiero verde di circa 600 metri che unisce la stazione Cascate con l'area delle Cascate, dove cominciano le passerelle. Dalle passerelle inferiori potremo contemplare il Salto Alvar Núñez, el Belvedere Principale, il Salto Bossetti, l'Isola San Martin e il Salto Due Sorelle (Dos Hermanas).

Dalle passerelle superiori riusciremo a vedere con stupore i Belvederi sul Salto Bossetti fino alla fine della passerella. Verremo alla scoperta di una grand' avventura quando ci avvicineremo alle cascate, entrando nella valle stretta e profonda della Gola del Diavolo, per sbarcare sull'Isola San Martin.

Facoltativo: E Grand' Avventura
In seguito, ci imbarcheremo sui canotti semi rigidi per navigare sul fiume Iguazu Inferiore, dove l'acqua scorre rapidissima formando vortici impetuosi per 2 chilometri. Ritorneremo attraverso la selva della provincia di Misiones con mezzi di trasporto che circoleranno specialmente sulle strade del sentiero Yacaratiá.

Partenza per Porto Madryn
Trasferimento all'Aeroporto di Iguazu. Accoglienza all'Aeroporto Jorge Newbery della Città di Buenos Aires. Accoglienza e trasferimento dall'Aeroporto di Trelew all'albergo.

Penisola di Valdés
Faremo la prima colazione in albergo. Escursione di una giornata nella Penisola di Valdés. Questo paradiso naturale ci avvicina alla fauna che si svolge sul mare nell'insieme delle condizioni ambientali che ne favoriscono la vita.

Ci sarà possibile raggiungere con la vista gli elefanti che vivono nel mare, gli uccelli nativi del luogo e sicuramente la protagonista della penisola: La Balena Libera dell'Emisfero Meridionale, la quale si riproduce sulle coste di Porto Piramide da luglio fino a metà dicembre.

Partenza per Ushuaia
Faremo la prima colazione in albergo. Trasferimento all’ Aeroporto di Trelew. Acoglienza e trasferimento dall’ Aeroporto di Ushuaia fino all’ albergo.
Giro turistico della città - Navigazione sul Canale di Beagle
Faremo la prima colazione in albergo. Conosceremo la città, visitando il Carcere dei Recidivi, che ha grande fama per la sua leggenda ed antichità ed impressiona per la sua architettura e la storia tenace dell’estremo meridionale del continente americano. Visiteremo il Porto, la Passeggiata del Centenario (dalla quale avremo un panorama ideale), la Casa Beban acquistata in Svezia e costruita nel 1911.

Navigheremo sul Canale di Beagle, percorrendo l’Isola degli Uccelli, l’Isola dei Lupi ed il Faro Les Eclaireurs. Nel corso di questo viaggio, avremo l’opportunità di guardare con attenzione parecchie specie d’uccelli nativi del luogo e aggregati di lupi marini da un pelo o due peli.

Parco Nazionale di Terra del Fuoco - Treno della Fine del Mondo - Partenza per Calafate
Prima colazione in albergo. Prenderemo il Treno della Fine del Mondo, dalla stazione Centrale fino alla stazione del Parco Nazionale di Tierra del Fuego (Terra del Fuoco).

La Ferrovia Australe di Terra del Fuoco attrae l'attenzione non soltanto per la sua raffinatezza e l'inconfondibile stile, ma anche perché richiama alla memoria la storia degli origini di Ushuaia, per quanto riguarda il carcere antico ed il treno dei prigionieri.

Eseguiremo questo percorso lungo il fiume Pipo sul quale passeremo attraversando il Ponte Bruciato (Quemado). Poi, dopo una curva faremo un'arrampicata sul maggiore terreno inclinato fino alla prima fermata: La Macarena.

Una seconda fermata ci mostra i resti della segheria antica. In seguito, il treno s'allontana dal fiume e circonda dei grandi terreni con combustibile fossile formato da resti vegetali, fino a che una curva ampia ci porta nel bosco di cohiues e lengas (coperto di alberi d'alto fusto).

Da questo luogo, continueremo il nostro viaggio per il Parco Nazionale di Terra del Fuoco, dove potremo guardare attentamente la Baia Ensenada, il lago Rocca e infine la Baia Lapataia. Ci trasferiremo all'Aeroporto di Ushuaia. Accoglienza e trasferimento dall'Aeroporto di Calafate all'albergo.

Ghiacciaio Perito Moreno
Prima colazione in albergo. Escursione di una giornata nel Ghiacciaio Perito Moreno, una delle meraviglie naturali più impressionanti del mondo, dichiarato Patrimonio dell'Umanità.

Ciò che definische le sue connotazioni è la rottura delle sue versanti verticali nella parte anteriore dovuta alla pressione dell'acqua che scorre sui canali di fianco. Percorreremo i suoi belvederi, dal luogo in posizione elevata che appartiene alla Penisola di Magellano.

Navigazione sul Lago Argentino
Prima colazione in albergo. Andremo a Punta Bandiera per cominciare la nostra navigazione sul Lago Argentino. Entreremo nel fianco nord del lago, ed osserveremo come galleggiano i blocchi di ghiaccio secondo le correnti di deriva, ed arriveremo fino al Ghiacciaio Upsala. In seguito, ritorneremo lungo il fianco Upsala, verso la Baia Onelli dove sbarcheremo.

Quando attraverseremo un sentiero pieno di boschi, avremo di fronte a noi, uno dei luoghi panoramici più belli di questo percorso: Il punto in cui i Ghiacciai Onelli, Agassiz e Bolado s'incontrano e si uniscono. Poi ritorneremo sul battello per percorrere il fianco del Ghiacciaio Spegazzini. Al ritorno, lungo il fianco nord potremo contemplare la Bocca del Diavolo.
Partenza per Bariloche
Prima colazione in albergo. Trasferimento all’Aeroporto di Calafate. Accoglienza e trasferimento dall’Aeroporto di Bariloche all’albergo.

Percorso Chiuso - Navigazione sull’ Isola Vittoria e Bosco di Arrayanes
Si farà la prima colazione in albergo. Nella mattin, visiteremo i meravigliosi paesaggi che circondano la città di San Carlos de Bariloche: Laghi, Montagne e Boschi. Si comincia a Bariloche dal Viale Bustillo viaggiando intorno alle rive del Lago Nahuel Huapi. Andremo al Llao Llao.

Navigazione in catamarano sull’Isola Vittoria e Bosco di Arrayanes.
Partenza da Porto Pañuelo (Llao Llao), dopo di avere compiuto una traversata di 11 chilometri, sbarcheremo a Porto Anchorena nell’Isola Vittoria. Faremo una passeggiata nell’isola e percorreremo ciò che fu il vivaio di Conifere. Ritorneremo per imbarcarci verso il Porto Quetrihue, nella Penisola di Quetrihue, posto dove visiteremo il ben noto Bosco di Arrayanes.

Ci troveremo davanti ad una formazione d’alberi unica nel mondo con degli esemplari che hanno dei secoli. Questo albero ha una corteccia fredda, completamente liscia ed un colore giallo-bruno; ha dei fiori bianchi simili ai fiori d’ arancio o limone eppure frutti della pianta viola con un sapore gradevole. Il Bosco di Arrayanes fu dichiarato zona intangibile e monumento Naturale.

Bariloche – San Martín de los Andes – Giro turistico de la città
Prima colazione in albergo. Partiremo per la bella città di San Martín de los Andes. Visita l'incantevole città di San Martin de los Andes.

San Martin de los Andes - Navigazione sul Lago Lácar
Prima colazione in albergo. Mattina libera per visitare.


Facoltativo: Navigazione sui laghi Lácar
Navigazione sui laghi Lácar e Nonthué fino alla sorgente del fiume Hua Hum, vicino al confine col Cile. Partenza dal molo per circondare la penisola che racchiude l'origine del lago, da dove si comincia ad avvistare il posto chiamato "Paraje Trompul", il luogo in cui troveremo la comunità mapuche. In seguito, attraverseremo la penisola di Yuco nella quale si osserva la sezione dei guardacaccia; dopo percorreremo le isole di Los Patos e Santa Teresita.

Il Lago Lácar è l'unico del bacino che confluisce nel oceano Pacifico; saremo davanti ad un passaggio stretto di profondità ridotta e di grande contrasto. I corsi d'acqua formano il piccolo lago Nonthué, dove sbarcheremo nel porto di Chachín, antico insediamento di legname agli inizi del secolo scorso.

Raggiungeremo la Cascata Chachín che possiede quasi 30 metri di caduta da dove potremo avvistare una zona ricca di vegetazione. Ritorneremo ad imbarcarci per giungere al molo di Hua Hum che si trova sulla riva del lago Nonthué, il quale ha la denominazione del fiume che nasce da questo lago e che confluisce nell'oceano Pacifico. Al ritorno si possono ammirare i porti di Pucará e Ruca Ñire, antichi insediamenti di legname da quando, quasi un secolo prima, la regione si sviluppava per merito di questa attività economica.

Sette Laghi e Villa La Angostura
Prima colazione in albergo. Escursione di una giornata: Percorso dei Sette Laghi. Conosceremo Villa Traful e Villa La Angostura. Partiremo da Bariloche per Villa La Angostura, e poi San Martín de Los Andes. Attraverseremo la Penisola Huemul, dopo passeremo Porto Manzano per arrivare infine a Villa La Angostura.

Quando avremo finito di percorrere Villa La Angostura, andremo verso il tragitto dei Sette Laghi. Il tratto di strada che si compie possiede dei passaggi di montagne e boschi pieni di coihues. Viaggeremo attorno al Lago Correntoso ed il suo fiume fino a El Portezuelo.

In seguito, viaggeremo intorno ai Laghi Villarino, Falkner, Hermoso, Meliquina fino ad arrivare a San Martín de Los Andes, che si trova sulla riva del Lago Lacar. Faremo il nostro ritorno sul Paso Cordoba, dove ammireremo il Lago Meliquina, il fiume Caleufu e Pietra del Vento.

San Martín de los Andes – Bariloche
Prima colazione in albergo. Ritorno a Bariloche. Pomeriggio libero.

Partenza per Mendoza
Prima colazione in albergo. Trasferimento all'Aeroporto di Bariloche. Accoglienza nel Aeroporto Jorge Newbery della Città di Buenos Aires. Accoglienza e trasferimento dall'Aeroporto di Mendoza all'albergo.
Visita in Cantina d'Elaborazione
Prima colazione in albergo. Faremo una gita nella Strada del Vino. Questa passeggiata ci permetterà di camminare fra i vigneti, conoscere dai suoi origini come nasce questo elisir squisito eppure godere di un asado criollo (cibo tradizionale dell'Argentina: carne delicata alla griglia) e di 5 tipi di vini diversi da assaggiare, tutto ciò nella Cantina La Agrícola-Santa Giulia.

Alta Montagna
Prima colazione in albergo. Si può ammirare la diga Potrerillos durante il percorso. A 100 chilometri dal capoluogo, si trova Uspallata che rappresenta l'occupazione degli indigeni huarpe nell'epoca preispanica. Il percorso prosegue con la visita dei villaggi di Picheuta, Polvaredas e Punta di Vacas, da dove si entra nel famoso villaggio Los Penitentes.

Più avanti, nel Ponte dell'Inca a 2.720 metri sul livello del mare, il fiume Las Cuevas ha forato la montagna in profondità costruendo un ponte naturale, sulla cui riva emergono delle acque termali. Nelle viccinanze si trova il Cimitero della Popolazione Andina.

Non lontano dal confine, c'e un belvedere naturale maestoso il quale permette d'ammirare la magnificenza dell'Aconcagua. Una strada ancora non ricoperta con asfalto, la quale parte dall'Autostrada Internazionale, permette d'entrare per qualche chilometro nella bellissima Laguna di Horcones e nel Parco Provinciale Aconcagua. Se il clima è favorevole, potremo salire raggiungendo il monumento di Cristo Redentor, il quale si trova a 4.200 metri di altitudine.

Partenza per Salta
Prima colazione in albergo. Trasferimento all'Aeroporto di Mendoza. Accoglienza all'Aeroporto Jorge Newbery della Città di Buenos Aires. Trasferimento dall'Aeroporto di Salta all'albergo.
Salta - Giro turistico della Città
Prima colazione in albergo. Visiteremo la città e avremo possibilità d'ammirare la Cattedrale, la Chiesa di San Francesco, il palazzo del Cabildo (il Comune nel periodo coloniale), il Museo Storico del Nord, il Mercato dell'Artigianato ed il Colle San Bernardo.

La chiesa di San Francesco è un tempio incantevole dovuto alla sua riconosciuta superiorità, appartiene all'ordine francescana e possiede un'architettura maestosa di dettagli abbelliti con elementi ornamentali.

La costruzione del Cabildo fu fatta in diverse fasi, offrendo parecchie espressioni del Barocco. Nel Mercato dell'Artigianato si possono acquistare degli oggetti d'argento oppure dei telai. San Lorenzo è il posto di villeggiatura estiva per eccellenza della provincia di Salta.

Treno alle Nuvole - FACOLTATIVO
Prima colazione in albergo. Viaggeremo da Salta in treno noto come Tren a Las Nubes verso il Viadotto La Polvorilla cosi potremo salire fino a 4.220 metri sul livello del mare. Questa ferrovia è un'opera d'ingegneria magnifica sulla quale, dal 1941, passano dei treni merci pesanti che caricano dei minerali. Il suo percorso di oltre 220 chilometri attraversa valli, ruscelli che scorrono stretti tra le montagne, e le zone più elevate della catena andina.

Ci sono dei posti da visitare, che non se ne possono perdere in questo viaggio: la vegetazione diversa della Quebrada del Toro (Valle stretta e profonda) con i suoi vari colori, il procedere con secchi cambiamenti di direzione nella stazione Alisal, ed il Viadotto La Polvorilla.

Nella stazione Alisal, il treno effettua un complesso di operazioni necessarie per superare l'altitudine quando cambia ad un binario parallelo, in questa maniera la locomotiva rimane dietro spingendo le carrozze dentro una galleria dove, quando ripete l'operazione, il convoglio ferroviario riprende la parte terminale.

Nelle differenti stazioni, gli indigeni offrono il loro artigianato regionale, l'indumento più pregiato della regione ha una forma rettangolare con uno spacco nella parte centrale per farvi passare la testa, chiamato poncho (si pronuncia poncio in italiano) fabbricato con lana di vigogna.

Quebrada di Humahuaca
Prima colazione in albergo. Escursione di una giornata dedicata alla scoperta di un paesaggio naturale meraviglioso conosciuto nel mondo come Quebrada di Humahuaca ed i suoi Paesi Preispanici, i quali sembrano si siano fermati nel tempo.

Questa Quebrada è una valle stretta e profonda, con pareti a strapiombo, scavata dal Fiume Grande in un territorio montuoso. La sua presenza si rende nota per le sue profonde depressioni di montagne, con diverse elevazioni, ricca nella sua fauna e flora, che la fanno apparire come una pittura creata per mezzo di colori rossi, azzurri, verdi.

I corsi d' acqua che sboccano nel fiume si modificano secondo l'esemplare di roccia che attraversano. Più tardi, lasceremo Salta per andare a San Salvador di Jujuy. Il nostro viaggio prosegue lungo la via stretta che circonda le montagne e che comunica Reyes con le lagune di Yala. Questi dodici specchi d' acqua si trovano a 2.000 metri sul livello del mare, chiusi tutt' attorno da boschi di alberi ontani e pini appartenenti al colle.

Lasceremo dietro Yala ed il Vulcano, paesi tra i quali si possono ammirare i colli Abra Bianca, Santuyo ed il Manzano per arrivare fino a Tumbaya, dove una volta abitarono gli indigeni omaguacas (infatti la Quebrada di Humahuaca prese il suo nome da questi indigeni). Infine, visiteremo Purmamarca. Ci recheremo in Posta di Hornillos e dopo in Maimará, la quale si trova aderita al centro della Valle di Humahuaca.

In seguito, avremo l'opportunità di ammirare i colli di vari colori che formano in modo gradevole e proporzionato l'originalità della Tavolozza del Pittore. Partiremo verso il Nord, raggiungendo Tilcara dove percorreremo il noto e conosciuto Pucará. Ci troveremo nella ricostruzione di un paese preispanico degli indigeni omaguacas che visse 900 anni fa. Prima di arrivare a Humahuaca, lascieremo Huacalera e Uquía. Ritorneremo a Salta.
Primo Percorso delle Valli Calchaqui – Cafayate
Prima colazione in albergo. Nella vostra prima giornata di viaggio nelle Valli Calchaqui, raggiungerete Calafate. Percorrerete la Valle di Lerma, area fertile, oggi diventata una importante zona dedicata alla coltivazione del tabacco. Un sentiero tortuoso che circonda curiose forme di montagna vi porterà verso la Gola del Diavolo e l’Anfiteatro dove ascolterete l’eco di tutti i suoni con una ottima acustica.

Gradualmente, l’aridità del paesaggio si trasformerà in un grande spazio occupato da vigneti, ciò significa che Cafayate è molto vicina. Terra del sole e del vino vi offirà il suo artigianato, il Museo Archeologico, la Cattedrale a cinque navate e le cantine più antiche e famose che vi causeranno un’innalzamento dell’anima al profumo di quercia e uva bianca nota come “torrontés”.
Secondo Percorso delle Valli Calchaqui – Cachi
Prima colazione in albergo. Nella vostra seconda giornata di viaggio nelle Valli Calchaqui, raggiungerete Cachi. Percorrerete paesaggi davvero incantevoli come la bellezza agreste della Salita “Cuesta del Obispo” e la Valle stretta e profonda di Escoipe. Attraverserete il Parco Nazionale Los Cardones per trovarvi fra piantagioni di peperoni rossi.

Raggiungerete la località di Cachi, che si trova circondata dal maestoso innevato a 6.384 metri sul livello del mare. Questo paese che suscita ammirazione ancora oggi preserva sulle sue strade strette la chiesa antica con i muri di adobe e il tetto a forma di cordone, numerosi giacimenti preispanici e delle urne funerarie. L’osservazione delle coltivazioni di alfalfa, ortaggi e asciugature dei peperoni rappresenta un vero spettacolo di colori che giustifica il nostro tragitto da una parte all’altra.
Ritorno a Buenos Aires
Trasferimento all'Aeroporto di Salta. Accoglienza e trasferimento dall'Aeroporto Jorge Newbery della Città di Buenos Aires all'albergo. Pomeriggio libero per fare degli acquisti.
Giro Turistico della Città di Buenos Aires, Cena e Spettacolo di Tango
Faremo un Giro Turistico dei quartieri più tradizionali della Città di Buenos Aires. Visiteremo il Congresso Nazionale e la Piazza di Maggio con la Casa di Governo (nota come Casa Rosada perché è stata dipinta in colore rosa), la Cattedrale Metropolitana ed il Palazzo del Cabildo (il Comune nel periodo coloniale).

In seguito, ammireremo il Teatro Colón. Ci recheremo anche nei quartieri tradizionali di San Telmo e La Bocca, dove si stabilirono i primi immigrati italiani, quest'ultimo quartiere suscita interesse e curiosità per l'originalità delle sue caratteristiche d' architettura.

Dopo, andremo al quartiere di Palermo, senza dimenticarci la zona del Porto Madero, antico porto inglese oggi ristrutturato con palazzi e negozi lussuosi. Infine percorreremo La Recoleta, uno dei quartieri più privilegiati della città. Di sera, gradiremo una Cena e uno Spettacolo di Tango in alcuna delle Case di Tango di Buenos Aires di fama riconosciuta.
Navigazione sul Delta del Tigre
Prima colazione in albergo. Escursione di mezza giornata al Delta del Tigre, dove avremo la soddisfazione di navigare su i suoi canali particolarmente intricati. Percorreremo i centri abitati ed i quartieri della periferia suburbana, che si trovano al nord della città.

Prenderemo il Treno della Costa e scenderemo a San Isidro. Quando raggiungeremo il Tigre, saliremo a bordo di un catamarano, da dove avremo una veduta del Fiume Paraná, un territorio di 14.000 chilometri quadrati di selva che si sviluppa in un clima simile ai tropici, con migliaia di isole di diverse dimensioni, alcune di esse isolate.
Buenos Aires
Prima colazione in albergo. Pomeriggio libero per fare degli acquisti.

Prima colazione in albergo. Trasferimento all'Aeroporto Internazionale di Ezeiza. I nostri servizi finiscono in questo momento.

L'Argentina da Nord a Sud in 21 giorni
L'Argentina da Nord a Sud in 15 giorni
L'Argentina ed Il Cile da Nord a Sud in 30 giorni
L'Argentina ed il Cile da Nord a Sud in 24 giorni